Articoli

Scrivo occasionalmente su riviste e giornali del cuneese. Credo nell’importanza dell’editoria, locale e nazionale, per preservare quanto  ancor resta di democrazia in Italia. Le dittature sono di molti tipi differenti, più o meno sanguinarie e repressive, militari o teocratiche, mascherate o aperte. Tutte, però, hanno una cosa in comune: l’attacco alla libertà di stampa e di opinione.
Mio nonno materno era tipografo ed è morto a Mauthausen E’ finito nel campo di sterminio nazista proprio perchè, in tempi di guerra e terribile repressione, si ostinava a stampare parole di libertà. Per questioni anagrafiche non l’ho conosciuto, ma cerco sempre, quando uso penna o tastiera, di tener ben presente il suo esempio e di essere fedele alle esigenze di libertà e verità.
Non sono giornalista, non riuscirei a scrivere su comando. Gli amici che dirigono le testate a cui occasionalmente collaboro, conoscono questi miei limiti e, con gentilezza e comprensione, accettano che io invii loro le mie divagazioni scritte ai ritmi imposti dalla mia discontinua lucidità mentale e sui temi che in quel momento mi interessano.

Rottamazione 2 Primo: non sprecare

Chiunque abbia a cuore la natura sa che il primo comandamento di ogni persona sensibile ai problemi ambientali è il non sprecare. Una norma inderogabile che nasce dalla consapevolezza di vivere in un mondo in cui le risorse sono limitate e preziose. Cibo, metalli, minerali, ma soprattutto terreno agricolo, spazi verdi, energia, acqua sono fattori […]

Rottamazione? No, grazie! 1

Ci sono tanti buoni motivi per cui non mi sogno neppur lontanamente di rottamare il mio fedele furgone classe 1997 (neanche ancora venticinquenne), nonostante i pressanti inviti di politica, media e sedicenti paladini dell’ambiente e dell’aria pulita. Per i casi della vita, il mio primo articolo su La Guida di cui conservo traccia sul computer […]

Un vaccinato contento, ma deluso e preoccupato

Quando ero bambino, negli anni sessanta del secolo scorso, in classe con noi scolaretti delle elementari infagottati in grembiulini neri, colletti bianchi e fiocchi blu, c’era spesso qualche compagno segnato dai postumi della poliomielite. Durante l’intervallo noi giocavamo ai quattro cantoni nel corridoio, mentre lui se ne stava immobile accanto alla maestra o alla bidella. […]

Coltivare la terra 8 Pomodori di contrabbando

Una signora di Valloriate mi raccontava, anni fa, che un tempo non si coltivavano pomodori in paese. Solo dopo la trebbiatura del grano, per festeggiare il raccolto, se ne comprava qualcuno. L’insalata dei preziosi frutti rossi, innaffiata da qualche bicchiere di vino dello stesso colore, era condivisa fra tutti in allegria ed era il modo […]

Coltivare la Terra 7 La rivoluzione della patata

Nell’archivio comunale di Castelmagno è conservata copia del Questionario del 1837, un centinaio di domande molto dettagliate sulla vita e le attività economiche del comune dell’alta val Grana. Dalle risposte emerge un quadro completo e preciso di un paese in cui tutti gli abitanti erano dediti all’agricoltura e all’allevamento, con piccolissime aziende quasi tutte di […]

Coltivare la terra 6: preparare una casa accogliente per le colture

Mantenere un buon livello di fertilità del suolo è indispensabile soprattutto nell’orto famigliare, in cui lo spazio ristretto obbliga a sfruttare intensamente il terreno, spesso con più colture nella stessa stagione. La concimazione migliore è anche in questo caso quella organica, che, oltre a nutrire i vegetali coltivati, migliora lentamente la struttura, cioè lo stato […]

Coltivare la terra 5: concimare secondo natura

Mantenere la fertilità del terreno è sempre stato il problema principale, fin dai tempi remoti della nascita dell’agricoltura. Non a caso, i primi nuclei importanti di agricoltori stabili, e anche le prime civiltà, sono nate vicino ai grandi fiumi, dove le piene periodiche portavano particelle di limo o argilla, in pratica terra nuova che ripristinava […]

Coltivare la Terra 4: l’agricoltura di montagna

Coltivare la terra nel modo giusto e corretto significa collaborare con la natura inserendosi nelle dinamiche dei cicli biologici in modo da alterarli il meno possibile. I nostri sforzi devono andare quindi nella stessa direzione dei processi vitali che regolano i delicati equilibri degli ecosistemi. Come ci insegna la fisica elementare, dobbiamo tirare dalla stessa […]

Coltivare la Terra 3: collaborare con la natura

Coltivare la terra è attività secondo natura o contro natura? La domanda può sembrare provocatoria, ma non è banale, e la risposta non è facile né scontata. Se vogliamo cavarcela con una semplice scappatoia potremmo rispondere: dipende da noi. Questo è senz’altro vero, ma non risolve il problema alla radice. Per quanto possa sembrare strano, […]

Coltivare la terra 2: unione indissolubile di pratica e teoria. La cipolla

Agricoltura è parola che mette insieme in modo indivisibile pratica e teoria. È infatti composta da due termini incastrati fra loro e lo stesso sostantivo “coltura” è troppo simile a “cultura” per non indicare chiaramente che, in fondo, si tratta della stessa cosa. In nessun altro campo il confine fra il sapere e il saper […]