Spiccioli di economia 10 L’economia di Salomone

L’economia è ritenuta una scienza “giovane”, nata nel 1700 con gli sforzi di Smith e soci di dare veste sistematica agli abbozzi di idee accatastate in modo disordinato nei secoli precedenti. Proprio Smith e Ricardo sono considerati i padri fondatori della prolifica ed eterogenea stirpe degli economisti che continua ancor oggi a generare teorie e proporre soluzioni ai vecchi e

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 9 Il dio mercato

Il bellissimo racconto di Genesi ci ricorda che Dio aveva progettato per noi un giardino in cui vivere felici, “nudi” e in armonia con la natura. Poi c’è stato l’episodio del frutto di quell’unico albero proibito, l’albero della conoscenza, e la scelta di Eva e Adamo di staccarsi dall’innocenza per tentare la pericolosa e dolorosa avventura della consapevolezza. La storia,

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 8 Comprare o essere comprati?

L’economia si interessa ed è fatta di persone e quindi una larga fetta del sapere economico sconfina nel campo della psicologia, della sociologia e dello studio dei variabili comportamenti umani. Per esempio, alla base dello scambio e della compravendita c’è una diversa percezione dell’utilità di uno stesso bene. Se io ti vendo il motorino usato a duemila euro vuol dire

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 7 Troppe norme e nessuna regola

Il sistema neoliberista che governa il mondo, e in particolare l’Europa e l’Italia (per rendersene conto basta guardare i curriculum dei vari Draghi, Padoan, Monti) ha un rapporto schizofrenico con le regole. Da una parte ci soffoca la vita con un apparato di norme asfissianti, strampalate, inutili, inopportune o controproducenti, dall’altra le rifiuta in blocco là dove servirebbero davvero, cioè

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 5 La necessità di ripensare l’economia

Nelle due chiacchierate precedenti ho tentato di far stare in due paginette tre secoli di storia del pensiero economico, scegliendo per ogni secolo un personaggio rappresentativo del suo tempo: Adam Smith per il Settecento, Karl Marx per l’Ottocento e John Maynard Keynes per il XIX secolo. È evidente che il tentativo di riassumere in poche righe e in parole semplici

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 4: Idee contrapposte e personalità contrastanti

La storia del pensiero economico è un susseguirsi di idee contrapposte e di personalità contrastanti che si oppongono alle teorie precedenti. Così dopo Smith, il padre del liberismo, arriva Marx, il filosofo che ha strutturato il pensiero socialista e condizionato la storia dei secoli successivi con la rivoluzione sovietica e l’avventura del comunismo. La cosa curiosa è che idee contrastanti

» Continua a leggere

Spiccioli di economia 3: Una “scienza” giovane

Per capire l’economia, come per quasi ogni altra umana disciplina, possiamo farci aiutare dalla storia. Una veloce panoramica del pensiero economico ci può dare una mano a comprendere meglio la materia che vogliamo affrontare. Ma, a differenza di tante altre discipline, l’economia non ha radici nel lontano passato, è una “scienza” giovane. Egiziani, greci, romani ci hanno regalato la geometria,

» Continua a leggere
1 2 3 4 5 12