scrittore

 

 

Lo scopo di questo sito non è di far pubblicità a libri o ad articoli, tanto meno al loro autore (che, anzi, col passare degli anni condivide sempre più con gli orsi la tendenza a rintanarsi e stare nascosto). L’unico fine è di condividere e di mettere a disposizione di tutti coloro che sono interessati divagazioni, storielle ed esperienze di viaggio e di vita. Orso
Ho sempre amato scrivere perché la lentezza della mano lascia il tempo per pensare e soprattutto perché è una forma di comunicazione che non è invadente e non pretende nulla, neppure la presenza fisica o la conoscenza personale.

Chi scrive è ospite di chi legge: ogni scrittore approfitta del tempo, della disponibilità, della pazienza e della cortesia del lettore. Anche per questo, scrivo testi brevi.
Un libro appartiene molto più a chi lo legge che a chi lo scrive: è il lettore il vero autore e regista, è nella sua mente che si costruiscono i personaggi e le scene.
Chi scrive, si limita a proporre, a suggerire. Poi, deve farsi da parte.

Scrivo occasionalmente anche su riviste e giornali del cuneese.
Penso che la libera informazione sia l’ingrediente principale di ogni democrazia. Mio nonno materno era tipografo ed è morto a Mauthausen. E’ finito nel campo di sterminio nazista proprio perché, in tempi di guerra e terribile repressione, si ostinava a stampare parole di libertà. Per questioni anagrafiche non l’ho conosciuto, ma cerco sempre, quando uso penna o tastiera, di tener ben presente il suo esempio.

La scrittura è per me è uno spazio di libertà e di piacere, non ho mai voluto trasformarla in un lavoro o in una fonte di reddito. Anche per questo, nonostante la decina di libri e il centinaio di articoli, non sono scrittore e neppure giornalista.
Scrivere è una cosa che mi capita, non sono in grado di farlo se non “mi viene”. Quando mi capita, però, mi rende felice, come poche altre cose.
Gli amici che dirigono le testate a cui occasionalmente collaboro, conoscono questi miei limiti e, con gentilezza e comprensione, accettano che io invii loro le mie divagazioni scritte ai ritmi imposti dalla mia discontinua lucidità mentale e sui temi che in quel momento mi interessano.

Nella sezione articoli ci sono i testi dei miei scritti degli ultimi anni. Molti sono datati, sorpassati e inutili, ma non li ho cancellati. Meglio lasciar traccia anche delle stupidaggini.
Nella sezione Ibuc ci sono i file pdf dei libri che ho pubblicato, oltre ad alcuni altri testi.
Buona lettura e grazie!